Home / Per Uomo / Il pene curvo si risolve? Sì, ma…

Il pene curvo si risolve? Sì, ma…

L’allungamento del pene non è un tema semplice, una cosa che si risolve in poco tempo con una pillolina magica. Si tratta di una questione molto seria, che se non viene affrontata con la dovuta serietà può comportare delle problematiche o delle questioni delicate con le quali fare i conti.

Uno dei problemi principali con il quale ci si potrebbe scontrare è sicuramente quello del pene curvo: la curvatura del pene può verificarsi in tutte le direzioni e se questo avviene la prima preoccupazione di chi ne è affetto è come raddrizzare il pene.

Purtroppo un pene curvo si nota, crea disagio in chi lo vede e potrebbe creare problemi durante il rapporto con la partner, visto che è ancor più visibile con il pene in erezione. Per fortuna questa problematica può essere trattata, in modo da risolvere quello che viene chiamato “pene a banana”.

Che si tratti di pene all’insù, pene ad un uncino o anche semplicemente un pene leggermente storto, qui andremo a vedere quali sono le soluzioni che non richiedono né pillole o pastiche né complessi interventi chirurgici.

Quali sono le cause del pene curvo in erezione?

La spiegazioni sulla curvatura del pene sono abbastanza semplici. La causa molto spesso innata, visto che essendo l’organo composto da tre camere, una di queste potrebbe essere più corta, provocando ad esempio un pene curvo in giù o un pene curvo a sinistra. Il fatto di avere un lato più corto può essere dato anche da un’attività di masturbazione fatta in modo non corretto ed in questo caso non si tratta di una caratteristica innata. In altri casi ancora potrebbe essere una combinazione di entrambe le cose.

Quale che sia la causa, la curvatura che si forma e si sviluppa sul pene esteticamente non è il massimo.

Il pene curvo può avere un risvolto positivo?

Tuttavia non devi disperare. Di questo problema soffrono per così dire almeno il 30% degli uomini sul pianeta, puoi stare tranquillo. Inoltre, avere un pene verso l’alto può anche rappresentare un vantaggio visto che può stimolare meglio il punto G della donna durante il rapporto se si usano alcune posizioni apposite. L’importante è che non ci siano situazioni patologiche, nel qual caso siamo davanti a qualcosa di più complesso.

Quando è che c’è da preoccuparsi

Esiste una malattia chiamata sindrome di La Peyronie o Induratio penis plastica (IPP) e chi ne soffre presenta un pene con una curvatura molto accentuata. Nel caso che ci si trovi in presenza di questa patologia oltre alla curvatura, si avrà un nodulo duro sulla curvatura dell’organo e si sentirà dolore durante l’erezione. Inoltre questa malattia nella grande maggioranza dei casi si verifica dopo i 45 anni. Se non presenti questi sintomi molto probabilmente la tua è una curvatura trattabile e non è la sindrome di La Peyronie.

Stai tranquillo, la soluzione c’è!

Intanto anche la malattia di La Peyronie tende a potersi risolvere in un anno o un anno e mezzo, con il pene che riprende la sua forma abituale. Ovviamente, se si è in presenza di questa malattia, bisogna rivolgersi ad un urologo che ne segua il decorso.

Inoltre, con degli esercizi specifici per l’allungamento del pene, si può migliorare la situazione in modo naturale, solo con l’esercizio fisico.

Gli esercizi per il pene curvo

Il problema di un pene incurvato può risolversi quindi con degli esercizi. Sono semplici ma vanno eseguiti con cura. Se si impara bene la tecnica e si è costanti, nel giro di uno o due mesi si vedranno dei notevoli miglioramenti, fino a vedere la curvatura del pene quasi sparita.

Gli esercizi che ti proporremo forse ti saranno già noti, soprattutto se già segui questo portale e sei a conoscenza delle tecniche per l’allungamento del pene. Quelli che sono perfetti per migliorare la situazione di pene curvo, sono variazioni dello stretching e del jelqing, da eseguire dal lato opposto rispetto a quello della curvatura. Come vedi, non ci sono esercizi di Kegel, che tuttavia andrebbero fatti sempre visti i benefici che apportano alla salute.

 

Esercizio n° 1: Straight Stretch

Il primo esercizio, appartenente al gruppo degli esercizi di stretching, influisce sulla muscolatura del pene ed è ottimo per l’allungamento. La sua versione “straight” va svolta nella direzione opposta alla curvatura in modo da permettere alla camera del pene più corta di raggiungere le dimensioni delle altre annullando la curvatura.

Esercizio n°2 : Side Jelq

Il secondo esercizio appartiene al gruppo degli esercizi di jelqing, volti a modificare la forma del pene controllando l’afflusso di sangue. Il side jelq è una versione dell’esercizio da svolgere in erezione non completa, facendo pressione in senso opposto alla curvatura. Bisogna fare molta attenzione quando si svolge l’esercizio per non rischiare danni.

Esercizio n°3: Mini Jelq

Anche il terzo esercizio fa parte dei jelqing ed aumenta la pressione nel pene modellandolo grazie alla spinta del sangue. La versione mini può essere utilizzata solo se il pene è storto lateralmente, vale a dire un pene storto a sinistra o un pene curvo a destra. Anche questo esercizio va svolto nel senso opposto a quello della curvatura, con molta attenzione.

Esercizio n°4: Straight Bends

Lo straight bend appartiene ai bend e va svolto con il pene flaccido. Sono molto indicati per correggere la curvatura del pene ma sono abbastanza complessi, visto che si va a formare una curva quasi ad angolo piatto (180°) e per questo vanno eseguiti solo quando si è molto esperti, sempre con la massima attenzione.

Visto che non è possibile dare una spiegazione grafica di come risolvere il problema di un pene incurvato, potrai trovare tutto sul metodo Pene Potente, comprese le immagini che rendono quanto spiegato ancora più semplice ed immediato.

 

Adesso che sai come fare, non devi più preoccuparti se hai il pene curvo, basta allenarsi!

About Abramo Esposito

Specialista in dietoterapia e riduzione di peso, elaboro piani alimentari che si adattano allo stile di vita, ai gusti e soprattutto alle esigenze di chi li richiede. Al centro del processo c'è un colloquio medico-nutrizionale, per capire la situazione di partenza, ed un'accurata analisi della composizione corporea. Tra i miei interessi, la perdita con l'aiuto di integratori naturali.

Check Also

PeniSizeXL

PenisizeXL, come funziona l’integratore leader per l’allungamento del pene

Se a causa dello stile di vita scorretto, fatti di stress, poco sonno, alimentazione sbagliata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *