Home / Non categorizzato / Come allungare il pene? Ecco i migliori esercizi!

Come allungare il pene? Ecco i migliori esercizi!

Molti uomini sono presi dai dubbi e dalle perplessità riguardo le dimensioni del proprio pene. E se anche tu sei fra questi sicuramente ti sarai chiesto come allungare il tuo pene: troverai persone che ti diranno che allungare il pene non si può, altre che ti diranno che è facilissimo e pure veloce.

Purtroppo, la verità sta nel mezzo: se da un lato è verissimo che allungare il pene si può, dall’altro non è una cosa che si può fare in pochi minuti con due pasticche, soprattutto se si cercano soluzioni che durino nel tempo e non un mero effetto cosmetico.

Servirà una combinazione di prodotti e di tecniche di esercizi che produrranno risultati, a patto che si riesca ad essere costanti e si segua alla lettera quello che è un vero e proprio programma di allenamento del pene.

Tutto quanto c’è da sapere sull’allungamento del pene

Sull’allungamento del pene l’opinione degli esperti si divide tendenzialmente in due correnti: da un lato troverai i medici, che ti diranno che le dimensioni non sono un problema e che in ogni caso, a meno di particolari condizioni patologiche, non si può intervenire sulle dimensioni. Dall’altra ci sono i farmacisti ed i produttori di integratori che ti diranno che si possono guadagnare nottetempo molti centimetri con pillole o altri accessori.

Entrambe queste posizioni sono di parte, nessuno dei due ha ragione, i primi ti faranno vivere male la sessualità, i secondi mettono a rischio la tua salute:

Intervento chirurgico

I medici arriveranno a proporti, solo in caso di micropene, un complesso intervento di ingrandimento del pene, ancora sperimentale e che non garantisce risultati sempre all’altezza. A meno che tu non soffra di micropenia grave, il medico non arriverà mai a proporti questa soluzione visto che spesso la cura è peggiore del male: l’intervento è rischioso, la convalescenza è dolorosa e spesso non si ottengono risultati rilevanti.

Medicinali per aumentare le dimensioni del pene

Pure questa soluzione presenta più rischi che altro, soprattutto per quanto riguarda i farmaci che possono presentare importanti effetti collaterali che faranno solo danni. Va meglio con i prodotti naturali, anche se in questo caso non ci si potranno aspettare miracoli, comunque non si rischiano conseguenze per la salute sessuale.

Attrezzi sviluppatori del pene

Una soluzione meno invasiva della chirurgia è rappresentata da dei costosi attrezzi che mettono in pene in estensione favorendone l’allungamento. Pur senza il rischio dei danni che possono provare gli interventi, anche questi attrezzi per migliorare le dimensioni del pene portano con sé degli spiacevoli effetti collaterali.

In apertura tuttavia abbiamo detto che allungare il pene è possibile. In effetti esiste un metodo fatto di esercizi ed integrazione, esattamente come in palestra, che è già stato provato con successo, per anni, da molti uomini e che adesso andremo a vedere.

Le tecniche per ingrandire il pene

Questo metodo che andremo a vedere permetterà di aumentare lentamente le dimensioni del pene e di diventare più performanti a letto. La prima cosa da fare è capire come è fatto il pene: il 50% del pene circa è composto da tessuto muscolare liscio. Questo tessuto è diverso da quello dei pettorali o dei dorsali ma è comunque un muscolo che può essere allenato.

Proprio come si va in palestra per fare pesi o si corre per potenziare il cuore, con le tecniche giuste si potrà potenziare anche il muscolo del pene, con l’incremento di dimensioni che ne consegue.

Il metodo corretto per allungare il pene consta di 5 momenti:

Momento numero 1: prendere le misure del pene

Il primo momento dell’allenamento consiste nel misurare il pene. Potrebbe sembrare una cosa banale o scontata ma in realtà è fondamentale per avere un riferimento per capire i futuri progressi. L’operazione è veramente semplicissima ma va fatta correttamente per avere sempre dei riferimenti affidabili sui quali lavorare.

Momento numero 2: capire quante volte ci si deve allenare e quanto a lungo

Dai dati della misurazione potremo capire quali sono i nostri obiettivi, quanto tempo ci possiamo dare per raggiungerli e quante volte a settimana ci dovremo allenare. Fondamentale è pianificare bene le giornate di lavoro e quelle di riposo, per avere il miglior risultato possibile riducendo al minimo eventuali fastidi o effetti collaterali.

Momento numero 3: pianificazione degli esercizi nella seduta di allenamento

Questa è la fase più importante della pianificazione: la scelta degli esercizi da inserire nei singoli workout, in base a quello che si vuole ottenere. Gli esercizi, che vedremo in seguito nel dettaglio, vanno imparati, in modo da eseguirli con la massima qualità e poi servirà essere estremamente costanti nel lavoro.

Momento numero 4: passare alla pratica con l’allenamento

Finalmente abbiamo finito con l’organizzazione e possiamo passare alla pratica. La cosa più importante in questa fase è sapere ascoltare il tuo corpo, proprio come in palestra. Inutile allenarsi se senti che l’organo è stanco. Per guadagnare costantemente millimetri è fondamentale che tu impari a cogliere tutti i segnali che il corpo ti manda ed a regolarti di conseguenza.

Momento numero 5: tenere d’occhio i progressi

Dopo qualche settimana potrai finalmente vedere e misurare i primi progressi. Tieni sempre a portata di mano i dati iniziali e ripeti le misurazioni. Dal confronto dei dati capirai se sei sulla strada giusta, come reimpostare la tabella e quando è il momento di passare ad esercizi, o meglio versioni degli esercizi base, più evolute e potenti.

 

Quali sono gli esercizi per allungare il pene

Vediamo adesso gli esercizi che devi imparare ad eseguire per poter procedere con la stesura di un programma di allenamento e di conseguenza iniziare ad aggiungere centimetri al tuo pene. Gli esercizi si dividono in tre categorie all’interno delle quali ci sono diverse variazioni che lavorano su aspetti diversi e che hanno diversi gradi di difficoltà.

Kegel

I Kegel, o meglio gli esercizi di Kegel sono da considerarsi la base fondamentale per qualunque tipo di lavoro sul pene. Non sono direttamente coinvolti nella crescita delle dimensioni del pene ma aiutano a migliorare tutta la salute e di conseguenza il funzionamento della zona genitale.

Stretching

Lo stretching, proprio che come per i muscoli, è un vero toccasana per il pene, del quale ne estende la muscolatura liscia favorendone l’allungamento. Se fatto bene e con attenzione, garantisce un graduale allungamento dell’organo senza effetti collaterali.

Jelqing

Il jelqing è forse il più famoso esercizio per l’allungamento del pene e forse lo avrai già sentito nominare. Consiste in uno specifico movimento, che risulta anche piacevole ma che richiede una tecnica perfetta e molta attenzione per non fare danni, volto a portare il sangue al pene ed aumentare la pressione nell’organo.

In conclusione, come fare crescere il pene?

Adesso che hai una visione di insieme sui metodi per allungare il pene, dovrai approfondire con dei tutorial e delle guide specifiche per l’allungamento. Se il tuo pene è piccolo, la cosa migliore da fare è procedere con i momenti che abbiamo elencato ed affidarti a questo metodo per migliorare la tua situazione.

Il metodo Pene Potente non trascura nessun aspetto e ti consentirà di far crescere il tuo pene come già da anni stanno facendo molti uomini in America e nel resto d’Europa!

Buon allenamento!

 

About Abramo Esposito

Specialista in dietoterapia e riduzione di peso, elaboro piani alimentari che si adattano allo stile di vita, ai gusti e soprattutto alle esigenze di chi li richiede. Al centro del processo c'è un colloquio medico-nutrizionale, per capire la situazione di partenza, ed un'accurata analisi della composizione corporea. Tra i miei interessi, la perdita con l'aiuto di integratori naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *